La fotografia di Roberto Donetta

Il Canto delle Muse

Ho scoperto per caso su un sito svizzero il nome di questo fotografo del passato,cui stanno dedicando una mostra.
Roberto Donetta (1865-1932) venditore ambulante ticinese di sementi scoprì la fotografia,grazie allo scultore Dionigi Sorgesa, che oltre a impartirgli le nozioni basilari,gli regalò un’apparecchio fotografico; si applicò come autodidatta con enorme passione e il suo talento presto si fece conoscere.I suoi scatti prendevano spunto e raccontavano la vita quotidiana,le feste,le tradizioni,il lavoro attraverso persone comuni. Estremamente curioso e dalla marcata personalità riuscì ad avventurarsi verso la fotografia sperimentale, anticipando un po’ quello che sarà la fotografia giornalistica.Nonostante sia divenuto uno dei maggiori fotografi del suo tempo, morì in miseria e solitudine,abbandonato dalla famiglia trasferita da tempo in Francia.Le autorità pignorarono le poche cose rimaste per pagare il suo funerale e qualche suo vecchio debito.Rimasero invendute le 5000 lastre di vetro,rimaste a disposizione del comune di Corzoneso,che divenne proprietario di un’archivio apprezzato…

View original post 23 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...