Personale delle pulizie butta opera d’arte scambiata per spazzatura, Bolzano

Lo scorso 24 ottobre il personale addetto alle pulizie del Museion Bozen – Bolzano ha rimosso l’installazione ambientale “Dove andiamo a ballare questa sera”? inaugurata di recente delle artiste Goldschmied & Chiari, che mostrava i resti di una festa finita, perché era stata scambiata per disordine e sporcizia.

Secondo voi è vero? Oppure è un modo che il museo ha trovato per farsi pubblicità? Effettivamente qualche giornale ne ha parlato.

Ecco l’opera: bottiglie di champagne, coriandoli, stelle filanti disposte in disordine a terra.

museion3

Ecco cosa ha dichiarato le artiste: “Gli anni Ottanta sono per noi la fase dell’infanzia, è stata l’epoca del consumismo, dell’edonismo, delle speculazioni finanziarie, della televisione di massa, della politica socialista e delle feste. Nella fase di ricerca abbiamo ritrovato una guida alle discoteche della penisola scritto dal politico e ai tempi ministro degli esteri Gianni De Michelis, dove andiamo a ballare questa sera? 1988, con la prefazione di Gerry Scotti, che ha ispirato il titolo dell’opera.”

Foto di proprietà del Museion Bozen – Bolzano

Sito ufficiale del Museiom Bozen – Bolzano

Indirizzo: Piazza Piero Siena, 1

39100 Bolzano, Italia

Tel. 0471 223413

Annunci

33 pensieri riguardo “Personale delle pulizie butta opera d’arte scambiata per spazzatura, Bolzano

  1. L’installazzione era talmente orribile che doveva essere scambiata giustamente per spazzatura anche io l’avrei buttata anche se questo da ragione agli artisti perchè è stata scambiata per quello che doveva essere scambiata …. si può fare di meglio almeno che non si ricerchi un realismo assoluto …. ma per quello esiste già la realtà …. ciao ciao

      1. può darsi ma penso che l’arte sia qualcosa di meglio ed anche se volevano essere iperealisti cosa che è avvenuta vorrei ricordare che per il realismo esiste già la realtà e che l’arte come diceva aristotele nella poetica deve essere verisimile alla realtà ed avere un aspetto universale come se fosse la realtà e non come la realtà …..

      2. dipende ci sono grandi geni anche adesso ma come erano rari nel passato lo sono adesso io vorrei vedere una mostra di questo artista contemporaneo Jonas Burgert …..

    1. Infatti siamo in tanti a pensare che si tratti di pubblicità… boh, alla fine la verità la conoscono solo loro.
      Certo è che, in tal caso, hanno raggiunto il loro scopo dato che ne stiamo parlando 😦
      Buonanotte

  2. Diciamo che teoricamente l’opera avrebbe dovuto avere un cartellino da qualche parte… inoltre dubito altamente che abbiano potuto scambiarla per spazzatura: insomma, quelle bottiglie e quelle stelle filanti erano (immagino) in un punto ben preciso, inoltre spero che chi faccia le pulizie in questi posti abbia direttive più che specifiche. Mera trovata pubblicitaria, forse per far conoscere un artista poco conosciuto (di cui per altro non citi neanche il nome… quindi è stata pure inutile)

      1. Allora me lo sono persa, avrei dovuto leggere con maggiore attenzione (non voleva essere una critica a te, quanto proprio al fatto che avesse fallito come iniziativa ^^°) XD Buona notte ^_^

  3. Non è il primo caso, e, purtroppo non sarà l’ultimo.
    meglio farci una risata, ed augurarci che i “curatori” delle mostre si dotino di strumenti adatti per segnalarle, indipendentemente dal proprio gusto personale.
    L’arte contemporanea è anche fissare un momento contemporaneo, appunto, come può essere costituito da un mucchio di spazzatura.
    ciao, buona giornata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...