Guerre Stellari. Play!, Treviso fino al 16 aprile 2016

Fino  al 10 aprile sarà possibile visitare la mostra “Guerre Stellari. Play!”, una nuova esposizione dedicata al multiforme universo di “Star Wars”, un mito che ha saputo incantare almeno tre generazioni dal 1977  ad oggi e che Treviso desidera celebrare in occasione dell’imminente uscita mondiale del nuovo capitolo “The Force Awakens”  prevista per il 16 dicembre prossimo.

Organizzata da Kornice di Andrea Brunello, la mostra presenta una selezione della collezione privata di Fabrizio Modina, uno dei massimi collezionisti mondiali di toys fantascientifici, che espone per la prima volta la serie completa di tutti i pezzi ufficiali a marchio Kenner prodotti dal 1977 in poi. Più di 1.200 giocattoli, tra cui action figures, gadget, modellini, oltre che stampe d’epoca, per narrare la storia di una saga che ha fatto impazzire grandi e piccini, al grido di “che la forza sia con voi”, e destinato a durare ancora molto a lungo.

L’esposizione in bilico tra arte pop, scienza e fantascienza come omaggio a un indiscutibile esempio di mitologia moderna, vede protagoniste assolute le “action figures”, termine che descrive personaggi snodabili di altezza variabile intorno ai 10 cm accessoriati di armi, veicoli in scala e diorami che furono inventati dall’azienda Kenner nel 1977 proprio per “Star Wars”, riscuotendo un successo tale da soppiantare tutte le varie tipologie di giocattoli pre-esistenti. Con gli enormi proventi giunti dalle royalties sulle vendite, George Lucas, autore e regista della saga originale, poté finanziare le successive pellicole, ottenendo la grande libertà di espressione creativa, esente dalle pressioni delle Majors hollywoodiane, che ha sicuramente contribuito al successo della serie.

“Guerre Stellari. Play!” racconta attraverso un lungo percorso cronologico l’intera vicenda della Saga, operando mediante l’utilizzo di giocattoli e modellini una meticolosa ricostruzione delle scene salienti, riportando agli occhi dei visitatori momenti indimenticabili della storia del cinema.

Il percorso mostra inizia con un excursus nella fase di pre-produzione del film, mostrando attraverso stampe originali i disegni dell’artista Ralph McQuarrie, incaricato di visualizzare i personaggi, la tecnologia e le location della prima pellicola datata 1977.

La seconda parte è dedicata a presentare i personaggi icona: Darth Vader, Luke Skywalker, Yoda, Han Solo, la principessa Leia, Chewbacca, R2-D2 e C-3PO e, ancora, i ferventi Cavalieri Jedi e i malvagi Sith, droidi, pirati,   regine e principesse giunti da una “galassia lontana, lontana”.

Nella terza sezione la cronologia della Saga viene ricostruita in ordine di narrazione delle 10 produzioni ad oggi uscite sugli schermi: iniziando da “The Phantom Menace”, il cosiddetto Episodio I, per giungere sino al recente “The Force Awakens” – il settimo capitolo.

La quarta sezione è dedicata all’universo esteso di “Star Wars” ovvero a quei modellini che sono stati ispirati dai fumetti, dai romanzi, dai videogames e da altri media che hanno utilizzato forme parallele per narrare storie nelle storie, lasciando spazio per mostrare anche interpretazioni inconsuete dei personaggi storici, come le loro versioni in forma di peluche oltre alle armi giocattolo e le edizioni natalizie.

Infine, l’ultima sezione è dedicata ai vintage toys più preziosi che faranno impazzire i collezionisti: verrà presentata l’intera produzione di “action figures”, veicoli ed accessori che hanno segnato la storia di “Star Wars”, oggetti estremamente rari in gran parte mai giunti in Italia. Partendo dall’“Early Bird Kit”, il coupon di prevendita dei giocattoli Kenner datato 1977, i modellini di “Star Wars”, “The Empire Strikes Back”, “Return of the Jedi” sono esposti per la prima volta in maniera cronologica e sequenziale, completati dalla serie antologica “The Power of the Force” e dai cartoni animati “Droids” e “Ewoks”, le linee che chiusero la produzione nel 1985.

Aneddoti sul sito www.guerrestellaritreviso.it e la pagina FB Mostre-Treviso.

 

Date: fino al 10 aprile 2016

Sede:
 Casa dei Carraresi, Treviso

Mostra a cura di: Fabrizio Modina

Organizzata da: Kornice di Andrea Brunello

Orari:
Martedì – Venerdì 09:00 – 19:00,
Sabato e Domenica 09:00 – 20:00

Ingresso:
Entrata € 5 (Gratuita 0 – 5 anni compiuti)
Entrata + Foto free all’interno delle sale € 7
Entrata + foto con i Personaggi in costume della Saga (solo nelle date degli Eventi) € 10
Visita guidata per gruppi (max 15 persone solo su prenotazione) € 50

Info e prenotazioni:http://www.guerrestellaritreviso.it, + 39 0422 513150, info@guerrestellaritreviso.it, Facebook: Mostre-Treviso, #guerrestellaritreviso

Ufficio Stampa:
Lavinia Colonna Preti | +39 338 6047174 | lavinia@thereflectionstudios.it
Michela Canessa | + 39 347 55 65 281 | michela@thereflectionstudios.it

Guerre Stellari

 

CURATORE: Fabrizio Modina

Torinese di nascita, Fabrizio Modina, creativo multimediale e docente di Fashion Design allo IED, con oltre 6.000 pezzi ha raccolto una delle più grandi collezioni di giocattoli di fantascienza d’Europa che annovera sezioni dedicate a Star Wars, ai Super Eroi Marvel e DC ed ai Super Robot nipponici.

Punto di riferimento internazionale per i toys, icona di una mitologia contemporanea il cui interesse è in continua crescita, nel 1995 ha esposto una selezione di questi oggetti, presentati al pubblico per la prima volta, nella Repubblica di San Marino, in occasione della prima Convention ufficiale italiana di Star Wars.

Nel 2005 ha partecipato alla creazione della mostra “Cose da un Altro Mondo – Viaggio nel cinema di fantascienza” del Museo Nazionale del Cinema di Torino per il quale ha anche co-curato nel 2009 “Manga Impact, il mondo dell’animazione giapponese”, prodotta insieme al Festival del Film di Locarno in Svizzera. Nel 2011 ha collaborato alla mostra “Watch Me Move!” della Barbican Art Gallery di Londra e nel 2010 ha fatto parte del comitato scientifico dell’esposizione “Kyoto-Tokyo, des Samouraïs aux Mangas” per il Grimaldi Forum del Principato di Monaco.

Nel 2014 è entrato a far parte del comitato scientifico della mostra sulla cultura nipponica passata e recente intitolata “Giappone: dai Samurai a Mazinga” a Casa dei Carraresi di Treviso con la cura del prof. Francesco Morena. Come responsabile della sezione “Super Robots” si è occupato della selezione di opere rare provenienti dalle più importanti collezioni italiane e ha curato i testi del catalogo.

Nello stesso anno pubblica il suo primo libro, “Super Robot Files 1963/1978” edito da J-Pop, nel quale fa convergere le informazioni enciclopediche sul mondo dei giganti di acciaio, analizzate nella loro prima età dell’oro. Diventato sold out nei primi cinque mesi di vendita, “Super Robot Files 1963/1978” è stato già ristampato, in attesa del secondo volume previsto per l’autunno del 2016.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...