Un salto nel passato: Andrea Sacchi, Nettuno 1599 – Roma 1661

Andrea Sacchi fu pittore e architetto, iniziatore e massimo esponente della pittura classica a Roma nella prima metà del secolo XVII. La tradizione lo vuole nato a Nettuno, da un pittore di modeste qualità, Benedetto Sacchi.

Ma Ann Sutherland Harris, che nel 1977 ha pubblicato una completa biografia del pittore, ricava dal suo testamento che il vero padre sarebbe un certo Niccolò Pellegrini da Fermo. Benedetto Sacchi sarebbe, quindi, solo il suo padre adottivo. La data della sua nascita è fissata al 30 novembre 1599. Il padre lo mandò a scuola di Giuseppe Cesari, detto il Cavalier D’Arpino, dove imparò a dipingere copiando le opere di Raffaello, di Polidoro da Caravaggio, le statue e i marmi antichi. Poi passò alla scuola del bolognese Francesco Albani, che lo introdusse nell’ambiente dei fratelli Agostino, Annibale e Ludovico Carracci, innovatori della pittura del seicento emiliano e romano. Le sue opere principali sono il “Miracolo di San Giorgio“ (cappella Clementina di San Pietro in Vaticano), il “Miracolo di San Gregorio (Roma, Museo Petriano); il “Transito di S.Anna“ (Roma, S. Carlo ai Catinari), il “Miracolo di S. Antonio (Roma, Chiesa dei Cappuccini), la “Allegoria della divina sapienza“ (Roma, palazzo Barberini), il “Noè ebbro“ (Berlino, Kaiser-Friedrich Museum). E poi affreschi sono in Palazzo Sacchetti di Castel Fusano, il “Caino e Abele“ (Roma, Galleria Barberini), la “Purificazione della Vergine“ (Perugia, Pinacoteca), un gruppo di tele per il Battistero Laterano, la “Visione di San Romualdo“ (Pinacoteca Vaticana). Una pala del Sacchi, raffigurante la “Madonna di Loreto con Bambino“, sovrasta l’altare di San Francesco a Nettuno. In architettura conosciamo un progetto di ristrutturazione del Convento della Minerva a Roma e il Battistero di Costantino in Laterano. Andrea Sacchi morì a Roma il 21 giugno 1661. Il suo allievo Pier Paolo Naldini gli dedicò il monumento funebre in S. Giovanni in Laterano. Ricorrendo i quattrocento anni della nascita, il Comune di Nettuno gli ha dedicato una straordinaria mostra delle sue opere piu’ celebri, svoltasi nel Forte Sangallo dal 20 novembre 1999 al 16 gennaio 2000.

Fonte: Comune di Nettuno (RM)

 

Andrea Sacchi - La Divina Sapienza

Andrea Sacchi
(Nettuno 1599 – Roma 1661)
La Divina Sapienza
1629-1633
Affresco, m 13×14 ca.

Il soffitto della sala fu commissionato a Sacchi dal principe Taddeo Barberini. Il tema proposto rappresenta la Divina Sapienza, raffigurata al centro, allegoricamente, come una donna seduta in trono; nella mano destra regge uno scettro con l’occhio di Dio, e nella sinistra lo specchio simbolo della Prudenza. Sul seno della Sapienza appare un piccolo sole, emblema della famiglia Barberini, insieme alle api che decorano il trono.
La donna è attorniata da undici figure femminili che simboleggiano le sue virtù. Da sinistra: la Nobiltà con la corona di Arianna, la Giustizia con la bilancia, la Fortezza con la clava, l’Eternità con il serpente, la Soavità con la lira, la Divinità con il triangolo, la Magnanimità con la spiga di grano. Da destra: la Bellezza con la chioma di Berenice, la Perspicacia con l’aquila, la Purezza con il cigno, la Santità con la croce e l’altare. Nel cielo appaiono due arcieri alati: quello sul leone rappresenta l’amore di Dio, mentre quello sulla lepre simboleggia il timore di Dio.
L’enorme globo terrestre sembra ruotare attorno al sole posto dietro al trono, come se Andrea Sacchi fosse stato a conoscenza delle recenti teorie eliocentriche sostenute da Galilei e Copernico.
Le stelle posate sugli attributi delle virtù corrispondono alla configurazione astrale del cielo nella notte del 5 agosto 1623, giorno in cui venne eletto papa Urbano VIII Barberini.

Fonte: Galleria Barberini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...