Il surreale genio di Zaha Hadid

squarcidisilenzio

Premetto di aver fatto la conoscenza di Zaha Hadid solo ieri, in occasione della sua sfortunata partenza. Sarà pur vero che spesso il successo lo si ottiene solo dopo morti, ma nel caso di Zaha non è stato così.
65 anni, nata a Baghdad, è considerata a ragione una archistar, una donna di potere e forte intelligenza. Hadid è riuscita là dove altre non erano mai riuscite prima, aggiudicandosi il premio Pritzker  e la medaglia d’oro  del Royal Institute of British Architects, entrambi i premi  per la prima volta assegnati ad una donna. zaha-hadid-royal-gold-medal-riba_dezeen_sqa

Ma oltre ai premi, ci sono i suoi progetti sul campo che parlano. Le strutture che ha pensato e realizzato sono visioni morbide e leggere, curve geometriche e incastri perfetti, armonia e emozione in risalto tra la luce filtrata. Un’architettura surreale, fantastica, perfettamente inserita nei contesti urbani.
Qui di seguito una serie di immagini delle…

View original post 40 altre parole

Annunci

2 pensieri riguardo “Il surreale genio di Zaha Hadid

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...