Mostra “Veritas Feminae”, Cernobbio 8-15 dicembre 2016

Gina Affinito Art consultant & curator in collaborazione con il Comune di Cernobbio, Fondazione Matera 2019, OLIS Associazione Culturale, presenta il progetto itinerante

VERITAS FEMINAE
mostra espositiva

Dopo la suggestiva esperienza nei Sassi di Matera e quella presso il Museo degli Arsenali di Amalfi, la mostra Veritas Feminae prosegue il percorso dedicato all’universo femminile e fa tappa a Cernobbio (CO) presso le Sale espositive di Villa Bernasconi.

La Verità Velata
“Per questa edizione l’immagine presa come ispirazione è la meravigliosa scultura di Antonio Corradini “La Pudicizia”, opera del 1752 commissionata dal Principe Raimondo di Sangro alla memoria della “incomparabile madre”, Cecilia Gaetani dell’Aquila d’Aragona, la cui esistenza è stata troncata troppo presto.
Bellezza, fattezze e virtù di una giovane donna, lo sguardo perso nel tempo, l’albero della vita, la lapide spezzata, tutto in questa scultura è il simbolo della contrapposizione vita/morte.
L’artista, che pure aveva scolpito altre figure velate, raggiunge qui un altissimo grado di perfezione nel modellare il velo posto sul corpo, con eleganza e naturalezza, come se il vapore esalato dal bruciaprofumi contribuisse a rendere umido e straordinariamente aderente alla pelle lo strato impalpabile, cinto da un serto di rose.
Ma quest’opera non ha solo l’intento di celebrare Cecilia Gaetani: la donna coperta dal velo è interpretabile come allegoria della Sapienza, riferimento alla velata Iside, Dea prediletta tra le grandi Dee Madri, in quanto Dea di fertilità, archetipo per eccellenza dell’anima femminile, dell’amore e del misticismo. Iside è rivelatrice della forza di una donna che ama e del potere della sofferenza che tutto trasforma.”

L’artista che vorrà partecipare alla 3° esposizione “Veritas Feminae” è chiamato a confrontarsi con il tema rappresentando la “Donna” e le sue molteplici sfumature, portando alla luce quelle “Verità Velate”.
Anche per questa esperienza, ad ogni artista in esposizione sarà affiancato una ‘DONNA SIMBOLO’: Ipazia D’Alessandria, Sononisba Anguissola, Matilde Serao, Giovanna d’Arco, Frida Kahlo, Maria Sklodowska, Edith Piaf, Rita Levi Montalcini, Marie-Sophie Germain, Maria Callas, Sabine Spielrein e tante altre….
Tutte donne che hanno lasciato un’impronta indelebile nella nostra storia.

Le sezioni e le date
Il progetto, sviluppato dopo attento sopralluogo delle sale o spazi espositivi, prevede l’esposizione di opere
pittoriche
scultoree
fotografiche
piccole installazioni
le cui misure non eccedano di 1x1mt (cornice compresa per le opere pittoriche).
Saranno accettate le varie forme stilistiche e tecniche, purché corrispondenti al tema proposto.
Le opere d’arte saranno scelte in base ad una selezione che opererà il curatore della mostra, il critico designato, l’Ente ospitante e la Direzione artistica del Polo Culturale che ospiterà la mostra.
L’esposizione avverrà dal giorno 8 al giorno 15 dicembre 2016, con inaugurazione l’8 dicembre h 19.00 alla presenza degli artisti, appassionati d’arte, addetti del settore e le Istituzioni locali.

La Location
Villa Bernasconi costituisce uno dei più preziosi esempi di stile liberty in Italia.
Fu edificata prima del 1905 a Cernobbio, non direttamente sul lago ma a poca distanza dallo stabilimento tessile del committente Davide Bernasconi. La decorazione della villa è ispirata all’industria tessile: uno dei più notevoli dello stile floreale esuberante in Lombardia. I motivi decorativi ricordano il processo di produzione della seta con decorazione che si ispirano a bachi da seta, farfalle e foglie di gelso. Dopo i recenti ed impegnativi restauri, se ne possono ammirare tutti i particolari.
La villa è di proprietà del comune di Cernobbio dal 1989; ora è polo culturale e ospita mostre ed eventi.

Via Regina 7 – 22012 Cernobbio (CO)

I Patrocini
La rassegna gode del Patrocinio Morale della Fondazione Matera 2019, Regione Basilicata, Comune di Amalfi, Comune di Cernobbio.

Allestimento e disallestimento
L’allestimento ed il disallestimeto è a totale cura dell’organizzazione, sotto la direzione artistica e la curatela di Gina Affinito. Etichette descrittive, cataloghi, rassegna stampa e materiale informativo e divulgativo sarà reso disponibile per meglio presentare gli artisti in esposizione.

Domanda di ammissione
L’artista che vorrà inviare domanda di partecipazione dovrà fare richiesta del regolamento all’indirizzo: veritas.fem@gmail.com ed inviare entro e non oltre la data del 25 novembre 2016 (deadline) la candidatura con:
foto dell’opera
scheda di partecipazione compilata
eventuale sinossi

Per richiedere ulteriori informazioni contattare il curatore al numero 327.3463882 oppure alla mail: gina.affinito@gmail.com

Veritas Feminae team

Gina Affinito | Curatore
Mariano Cervone | Grafica
La Cromografica | Catalogo
Scelte Poetiche | Liliana Angela Grassi
Performance | Mina D’Elia

Fonte: Gina Affinito

veritas-feminae

Annunci

7 pensieri riguardo “Mostra “Veritas Feminae”, Cernobbio 8-15 dicembre 2016

  1. Un’ottima iniziativa ed un tema di grande attualità! Mi è piaciuta particolarmente l’opera di Danilo Ricciardi “Mater Dulcissima” (tanto che l’ho acquistata) e le cui abbondanti forme emanano una dolcezza e sensualità più che materna!

  2. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato a questo evento, artisti, appassionati e visitatori.
    Presto ritorneremo con un nuovo progetto in Villa Bernasconi a Cernobbio.

    Gina Affinito, curatore della mostra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...