Somewhere, bipersonale di Marjan Fahimi e Kristina Milakovic, Roma, 4 maggio 2017

Comunicato stampa

Due amiche di nazionalità e culture differenti, due artiste completamente diverse ma con una cosa in comune: l’amore per i paesaggi.

Kristina Milakovic (Belgrado 1976) con la sua visione concreta ma spesso onirica dei luoghi che rievocano sensazioni del suo vissuto.

Spesso sono luoghi visionari che non inventano ma svelano una realtà nascosta.

L’albero, elemento principale delle sue opere, emula la crescita con i rami alti nel cielo e le radici salde nel terreno,con la robustezza della sua stazza e l’equilibrio tra ciò che sta sopra e ciò che sta sotto e con la capacità di affrontare i diversi cambiamenti resistendo alle varie avversità.

Marjan Fahimi (Tehran 1982) a sua volta racconta i suoi spazi mettendo in evidenza gli elementi principali della natura: cielo, terra, acqua, aria, vento e luce in una realizzazione quasi astratta ma con una forte carica poetica di ciò che ci circonda.

Il cielo, sempre presente nelle opere di Marjan, che nell’antichità era considerato irraggiungibile per la sua vastità, altezza e lontananza, diventa il simbolo di immensità, potere, libertà ed apertura del mondo così come della mente.

La loro percezione del paesaggio, che non è un luogo definito ma può essere “ovunque”, da qui il titolo della mostra, seppur diversa diventa complementare e trascina l’osservatore in un viaggio tra il sogno e la realtà.

Ada Egidio

flyer-fronte_8288_18462_t

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...