Artista della settimana: Liliana Cecchin

Nasce a Santhia’ (VC), vive e lavora a San Benigno Canavese .
Ha conseguito la Maturita’ artistica al Liceo Artistico Primo di Torino e frequentato lo studio torinese del Prof. Romano Campagnoli dove ha acquisito le nozioni incisorie.
Finalista nel 2001 e nel 2004 al Premio Arte Mondadori, ha vinto nel 2004 il Premio Olivero a Saluzzo e nel 2008 il Premio Artemisia ad Ancona. Presente nel 2012 alla Biennale di Venezia- Sala Nervi Torino- curata da Vittorio Sgarbi, finalista al premio internazionale CBM , vincitrice della residenza d’artista al Premio Marchionni 2016.
Tra le numerose rassegne nazionali e internazionali a cui ha partecipato si segnalano Art Salzburg, Daegu-Milano Artexibition Corea del sud, Lineart Gent Belgio, Saluzzo arte.
Mostre personali: Chiostri di Santa Caterina Finalborgo, Galleria Previtali Milano, Galleria Gnaccarini Bologna, Galleria Punto sull’Arte Varese, Comune di Ranzo (IM), Ecomuseo del Freidano Settimo Torinese.
Alcune tra le numerose collettive: La Giardinera, Settimo Torinese, Biffi arte Piacenza, Palazzo Pirola Gorgonzola, Regione Piemonte, Torino, Magmma Villacidro (CA).

Scrive Alessandra Redaelli (Mostra “Gente che va, gente che viene” Ecomuseo del Freidano Settimo Torinese Dicembre 2015):
………”Corpi che corrono, sguardi che si incrociano senza cogliersi, visi fuori fuoco o addirittura assenti in inquadrature che mettendo al centro focale del quadro la superficie vuota del pavimento raccontano l’abisso del non incontro, della non comunicabilità. Il pennello si fa vibrazione, come la frenesia del fare si comunicasse alla materia stessa delle persone, degli oggetti. Il movimento diventa , soprattutto nei lavori piu’ recenti, moltiplicazione del reale in una visione dinamica che per certi versi si puo’ leggere come un omaggio alle sperimentazioni storiche di Balla e Boccioni, “…

 

The Ghost
Nella metropolitana parigina, il movimento frenetico della gente crea delle scie che si trasformano in fantasmi. Nel caos quotidiano ci muoviamo come figure oniriche senza sfiorarci.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...