Mostra di Silvia Caimi a San Francisco, 9 febbraio 2018

Dopo il successo nelle prestigiose sedi italiane nel 2017, il progetto espositivo “JUMP” curato dal critico d’arte Prof. Giammarco Puntelli, approda all’Istituto Italiano di cultura di San Francisco.
La mostra ospiterà una quindicina di grandi tele dell’artista italiana Silvia Caimi e inaugurerà venerdì 9 febbraio 2018 alla presenza della pittrice. L’obiettivo del progetto è di portare nell’Istituto Italiano di Cultura di San Francisco una ricerca “made in Italy” che possa unire la tradizione tecnica e pittorica italiana al senso dinamico e spettacolare della performance tipica statunitense.

Le opere della pittrice mantovana, che ha esposto in diverse prestigiose locations italiane oltre che a Miami, a New York e a Londra, e che nel 2014 è stata insignita per merito artistico della prestigiosa medaglia del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, propongono il tema del JUMP, il “volo”, metafora dell’umana e continua aspirazione al trascendente e all’essenza della vita.

La ricerca artistica di Silvia Caimi, fortemente influenzata dagli studi classici, si ispira al pensiero filosofico neoplatonico. Plotino, uno dei più importanti filosofi greci dell’antichità, riteneva che i fenomeni e le forme fossero una pallida immagine o imitazione di qualcosa “di più alto e comprensibile” che era ”la parte più vera dell’autentico Essere”.
Silvia Caimi ci propone di scoprire il nostro vero essere specchiandoci nella bellezza delle sue figure, corpi bellissimi in evoluzione, dove il gesto atletico, il “JUMP” rappresenta un passaggio temporale e un’evoluzione morale dell’uomo che si consegna al suo destino.

Istituto Italiano di Cultura
601 Van Ness Avenue, Suite F
San Francisco CA 94102
Telefono +1 415 788-7142
Fax +1 415 788-6389

inaugurazione
venerdì 9 febbraio 2018 | dalle 18:30 alle 20:30

Silvia Caimi | painter
+39 333 9842105
http://www.oilpaintings.it
info@oilpaintings.it

Stati Uniti
Annunci

4 pensieri riguardo “Mostra di Silvia Caimi a San Francisco, 9 febbraio 2018

    1. La condivido qui:

      Sotto la pelle
      Scritto da Marcello Comitini il 16 novembre 2013

      Ossa spezzate dentro il corpo intatto

      del dio della bellezza.

      Rifluire delle vene sotto la pelle tesa d’ansia e di dolore.

      Eccolo l’uomo che trasforma

      l’anima in un grido.

      Ma non chiede pietà

      a chi lo inchioda giorno dopo giorno

      al legno aspro dell’umano vivere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...